L’Arenal è molto più di un vulcano

MappeGuanacaste

Iniziamo con la zona dell’Arenal, un viaggio in alcune tra località della Costa Rica.
Seguiranno Liberia, Panamà, Hermosa, El Coco, Ocotal, Potrero e Tamarindo.

L’Arenal, uno scenario speciale, una lunga lista di attività e attrazioni, splendide terme, un maestoso vulcano attivo, diverse opportunità di contatto con animali, vari tipi di foreste, il lago più grande del paese, molte cascate e rigogliosi giardini, sono alcune delle cose con cui ti conquista l’Arenal. E l’elenco potrebbe continuare all’infinito …..
Nella zona Arenal piove un po’ quasi ogni giorno dell’anno, quindi è normale, soprattutto al mattino, avere un po’ di pioggia. Tuttavia, grazie ad una temperatura compresa tra 22º e 28º C all’ombra, la pioggia non è, di solito, un fastidio.

Il centro di principale interesse della zona è la città di La Fortuna. Negli ultimi 30 anni è passata da essere una tranquilla comunità agricola a un centro turistico dinamico, che include le rive del lago di Arenal, il Parco Nazionale omonimo, la città di El Castillo e tutta la zona intermedia del vulcano Arenal, dove si possono trovare molti villaggi, ristoranti e centri termali.

A partire dagli anni ’80, molte delle aziende agricole della zona, alcune con sorgenti di acqua calda, sono state trasformate in alberghi e gli agricoltori sono diventati imprenditori turistici.

Pur essendo così diverse le attività, impararono in fretta il nuovo lavoro. Questi uomini agricoli, assai lungimiranti, sono riusciti a trattare con rispetto bellezza sontuosa del posto e hanno dato vita ad una piattaforma di turismo molto ospitale, efficiente e sostenibile.

Una delle caratteristiche principali di La Fortuna è proprio questa, oltre il 90% degli operatori degli alberghi e dei servizisono imprenditori con radici costaricensi. Quindi, ecco che il tema della sostenibilità ambientale e sociale è stato implementato in modo naturale e spontaneo. “Siamo cresciuti qui e vogliamo che i nostri nipoti a vedere e godere di questo in futuro“.

Questa città, come dicevamo, è il centro strategico e il cuore del turismo nella zona. Ci sono decine di ristoranti, alberghi con bella vista sul vulcano e di tutti i servizi necessari. La Fortuna è un’oasi urbana con uno stile di autentico luogo tipico di villeggiatura di montagna. I suoi abitanti sono orgogliosi del parco centrale, degli splendidi giardini e della sua chiesa con vista mozzafiato del vulcano come sfondo.

ArenalLaFortuna

Oltre al parco nazionale del vulcano e il lago, nella zona ci sono decine di altre attrazioni. Una flora lussureggiante, la fauna, l’avventura, il relax, molte attività ricreative per la famiglia, buoni servizi e paesaggi per tutti i gusti.

PARCO NAZIONALE
Questo Parco Nazionale è di 12.124 ettari ed è il cuore della zona di conservazione Arenal-Tilaran, che in totale protegge 90.000 ettari di aree di foresta in Monteverde, Arenal, Tenorio e Miravalles. La variegata geografia dell’Arenal comprende 4 tipi di foreste (pre-montagna-umido, montano-pluviale, tropicale-umido e piovoso-bassa-montagna), questo parco offre un ricco range di biodiversità e paesaggi. E’ facile muoversi nel parco grazie agli ottimi sentieri con escursioni e offerte di viaggio. Una bella esperienza per visitare la generosità di flora e fauna, oltre a una stretta osservazione del vulcano.

LAGO
Era poco più di un piccolo stagno fino agli anni ’70, quando la zona è stata inondata per creare una centrale idroelettrica. In tre anni, il piccolo lago è cresciuto a 88 kmq per effetto della grande diga che raccoglie l’afflusso di quattro fiumi e alcuni fiumiciattoli. Attualmente il lago è una delle principali attrazioni della zona, dove si praticano la pesca, il kayak, il windsurf o gite in barca. Il lago si trova a 17 km. da La Fortuna e a 6 km. dal vulcano.

VULCANO (1.633 metri)
Con meno di 3.000 anni, è considerato un vulcano molto giovane. È interessante notare che, si riteneva dormiente fino all’eruzione del 1968, che ha scatenato il fenomeno del turismo, in primo luogo con i gruppi di scienziati che vengono a studiare il vulcano e poi con i turisti e curiosi. Così si è sparsa la voce circa la bellezza e l’esuberanza della zona e, dagli anni ’80, il vulcano è stato una delle più grandi attrazioni turistiche del paese. L’ultima eruzione è avvenuta nel 1992, ma da allora ha continuato a rilasciare lava e fumarole quasi quotidianamente.

TERME
Con quasi 10 centri termali, numerose spa e piscine calde nella maggior parte degli alberghi, l’Arenal è una zona in cui gli appassionati del relax si possono sentire a proprio agio al 100%.

AVVENTURE
Per chi cerca l’avventura, c’è tutto quello che si possa immaginare: Rafting in diversi fiumi, innumerevoli escursioni a baldacchino, bungee jumping, salite al vulcano spento (Cerro Chato), visita alle grotte, decine di possibilità di gite in quadricicli, equitazione, canyoning, mountain bike o tubbing, che insieme alle attività del lago offrono una lista infinita di opzioni.

ANIMALI
Oltre alla vista di molte varietà di mammiferi, uccelli e rettili nel loro habitat naturale, la zona offre anche la possibilità di osservare rane, serpenti, uccelli, coccodrilli, farfalle e altri insetti. Questa zona è un importante centro per entrare a contatto con gli animali e un luogo ideale per gli amanti della fotografia. Anche la lista di mammiferi è lunga, tra gli altri ci sono tapiri, giaguari, aguti, cervi, pecari maiale, coati e 3 varietà di primati (scimmie ragno, urlatrici e faccia bianca) .Tra gli uccelli che si possono osservare ci sono balani, vari tipi di pappagalli, picchi, rigogoli e colibrì, così come il famoso quetzal.

CASCATE
Diverse cascate fanno parte del paesaggio boschivo circostante che offrono anche l’opportunità per un tuffo rinfrescante durante le varie escursioni. La catarata de la Fortuna è la più impressionante e una delle attrazioni preferite della zona.

REFUGIO CAÑO NEGRO
Quest’area è composta da 10.000 ettari ed è a protezione del bacino dei fiumi Barranca e Ciruelas. Si dice che sia il luogo di maggiore biodiversità in Costa Rica, dove è facile vedere alligatori, bradipi, tartarughe, scimmie, iguane e una grande varietà di uccelli.

CAVERNAS DE VENADO
Le Grotte dei Cervi sono una rete di tunnel, volte e corridoi in totale si estende su 2.500 metri. Il tratto visitabile è di circa 800 metri.
Il percorso è sempre bagnato, camminando attraverso corsi d’acqua sotterranei, con gocce che cadono dal soffitto, a volte passando attraverso passaggi stretti e cascate. Insieme alle formazioni rocciose di calcare, è possibile vedere i fossili e resti di coralli formati oltre 30 milioni di anni fa, quando l’America Centrale e queste grotte erano ancora sotto il mare.

EL CASTILLO
Questo piccolo e isolato villaggio, immerso tra il lago e fitti boschi, si compone di eco-lodge, ristoranti, aziende agricole e varie attrazioni turistiche da visitare. E’ raggiungibile via terra o via mare attraverso il lago. El Castillo offre una splendida vista sul lago e sul vulcano e ottime possibilità di contatto con animali e il turismo rurale. Come punto di sistemazione è ideale per chi cerca un soggiorno in assoluto relax.

.

fonte : www.revistautopia.com

.

1 comment

  1. Un saluto a tutti quelli che leggeranno il mio commento. ho visitato la zona del vulcano arenal a metà di gennaio 2018 , in compagnia di altre persone ho goduto dello spettacolo che questa zona della costa rica offre . la natura, il clima , bagni in acqua calda naturale a 36-37 gradi ( grazie al vulcano ) si il vulcano.. maestoso imponente si erge davanti ai propri occhi con la sua tranquillità apparente , il lago ai suoi piedi , i vari ruscelli, fiumiciattoli , piante fiori di ogni tipo , animali liberi nel loro mondo , ma che a volte causa il forte turismo si avvicinano all’uomo per un piccolo pasto di fortuna.. . poi non da meno la gente del luogo , cordiali , disponibili , tranquilli, intelligenti sicuramente un bel popolo da prendere come esempio . Dimenticavo io sono Italiano e non nascondo che ho fatto un pensierino alla costa rica per la mia pensione , amante del mare, sole , natura, tranquillità , non è facile trovare un altro paese così.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*